Pizzo Calabro

 

Vacanze Pizzo Calabro Mare

Dove si trova Pizzo

Pizzo Calabro è una delle cittadine più rinomate del vibonese, uno splendido borgo sulla costa, arroccato su di un promontorio al centro del Golfo di Sant’Eufemia. Località balneare molto conosciuta e, allo stesso tempo, centro peschereccio notevole, oggi, Pizzo Calabro, è una famosa stazione turistica, nota per le splendide coste e per la mitezza del clima. Pizzo é dotata anche di numerose attività commerciali con indirizzo turistico. Se la si vuole raggiungere in auto, dal Nord dell’Italia, si prende la A1 Milano-Napoli e si prosegue percorrendo l’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria sino lo svincolo di Pizzo. In treno ci sono ben due stazioni che permettono di arrivare a Pizzo: quella di Lamezia Terme e quella di Vibo Valentia-Pizzo. L’aeroporto più vicino è quello di Lamezia Terme che dista circa 10 km dal centro.

La Storia di Pizzo

Pizzo Calabro è sorta, secondo la tradizione, sulle rovine di Napitia, colonia fondata da alcuni Focesi. Venne distrutta nel corso del IV secolo d.C. da un attacco dei Saraceni ma, i superstiti, la ricostruirono agli inizi del X secolo. Fu nel 1363 che iniziò lo sviluppo del borgo grazie ad alcuni monaci basiliani che costruirono nella zona un monastero mentre, un gruppo di raccoglitori di corallo, provenienti da Amalfi, vi edificarono la Chiesa delle Grazie, poi divenuta Chiesa del Carmelo. Iniziò così a svilupparsi l’attivo centro commerciale di Pizzo di cui, tuttora, vediamo le bellezze. Tra le attività artigiane segnaliamo un cantiere navale per la costruzione di barche e barconi con tecniche antiche inoltre, è ancora fiorente, l'attività artigiana della ceramica. Pizzo è anche un florido centro marinaro in cui si e' sviluppata una fiorente industria per la conservazione del tonno. E' particolarmente rinomata per la produzione della pregiata uva "zibibbo".

Pizzo e l'Arte

Il centro cittadino offre dei pittoreschi scorci medioevali che si alternano a ville signorili di varie epoche. Assolutamente da vedere sono la Chiesa di Piedigrotta scavata nel tufo e la Chiesa di San Giorgio Martire. Quest’ultima è una chiesa barocca che conserva al suo interno opere scultoree pregevoli. Inoltre, da visitare, il castello di Pizzo voluto da Ferdinando I d’Aragona nel 1400, famoso perché vi venne imprigionato Gioacchino Murat e che ora è stato dichiarato monumento nazionale.

Gli Eventi a Pizzo

Il 23 Aprile si svolge la festa del patrono: San Giorgio. Le altre manifestazioni del borgo si svolgono quasi tutte in estate. Sono da ricordare: il Festival del Mare, il Premio cultura città di Pizzo e il Palio che si tengono tutti in pieno Agosto. Nella vicina Vibo Valentia si può assistere, nel mese di Marzo, alla festa del patrono San Leoluca e, nel mese di agosto, al Palio di Diana.

La Natura a Pizzo

Pizzo Calabro è il primo paese che si incontra, provenendo da nord, della rinomata Costa degli Dei. Per gli amanti della natura sono certamente da vedere le alture a terrazza, con vista sul mare, di Pizzo, Vibo e Tropea. Inoltre, di particolare bellezza, è il paesaggio locale che contrappone il verde dei boschi del massiccio delle Serre, alle dorate spiagge lambite dal mare. Ci sono anche due parchi importanti: quello del Mongiana (parco regionale) e quello di Serra San Bruno (parco forestale). Interessante è anche il lago artificiale dell’Angitola con il suo microclima.

Pizzo Calabro e la Cucina

Pizzo Calabro, e tutto il territorio che circonda la località, offre la tipica cucina calabrese di qualità, fatta con ingredienti semplici che richiamano la tradizione. Nelle località di mare vengono proposti piatti a base di pesce che si trasformano, quando ci si rivolge all’interno, in piatti a base di funghi coltivati e ottimi salumi. Il tutto condito, naturalmente, con tanto peperoncino, emblema della Calabria, con le sue caratteristiche di conservante naturale, di disinfettante e, a quanto si dice, di afrodisiaco. Da gustare nei primi piatti sono la Fileja, pasta fatta a mano con vari sughi di carne, e le Legane ai ceci. Nei secondi piatti è tipica l’insostituibile n'duja, carne di maiale e lardo impastata con una grande quantità di peperoncino piccante, resa spalmabile. Inoltre, a Pizzo, si produce un buon vino e un ottimo gelato artigianale detto "tartufo" e molti sono i ristoranti che offrono specialità tipiche marinare come gli Spaghetti al nero di seppia.